U.S. ROCCAMALATINA - SCUOLA CALCIO

Il codice di comportamento dell'Atleta

IL TUO COMPORTAMENTO CORRETTO, in campo e fuori dal campo, è estremamente importante perché, oltre ai principi basilari di buona educazione, è la prova del valore della Società Sportiva che rappresenti.

LE REGOLE a cui dovrai sempre attenerti, se vuoi vestire i colori sociali e far parte della nostra Società Sportiva.

1. IL RISPETTO PER LE PERSONE
E’ di per sé regola di Buona Educazione e Convivenza. La Società GRADISCE e ti SUGGERISCE un gesto di RISPETTOSO SALUTO ogni qualvolta incontri persone conosciute e non nelle strutture sportive.
2. LA PUNTUALITA’
Agli allenamenti o ai ritrovi prepartita è doverosa sia per rispetto dell’allenatore che nei confronti dei tuoi compagni. I tuoi frequenti RITARDI O ASSENZE possono provocare dubbi sulla veridicità della tua motivazione e costringe la Società a compiere verifiche con i tuoi genitori, facendoti correre il rischio di PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI.
3. IL RISPETTO PER LE COSE
La Società gradisce e ti suggerisce di AVER RISPETTO del materiale personale, impara a preparare tu il tuo borsone da calcio, tieni in ordine il vestiario sociale, abbi cura della pulizia delle scarpe da gioco, anche da questi piccoli particolari si capisce quanto sei educato, …. e poi RICORDATI CHE RAPPRESENTI LA TUA SQUADRA!
Lo stesso RISPETTO è doveroso anche nei confronti di strutture, spogliatoi, campi di gioco, attrezzature  sportive che utilizzi per l’allenamento o per le partite. Ricordati sempre che si tratta di BENI DI USO COMUNE e che a tutti fa piacere trovarli come vorresti trovarli tu. L’INNOSERVANZA di tali DISPOSIZIONI comporterà il risarcimento di eventuali danni e provvedimenti disciplinari da parte della Società.
4. DIRETTIVE DEL TECNICO
Hai il dovere di seguire con attenzione le direttive del Tecnico e dovrai adattarti, anche tuo malgrado, alle disposizioni impartite, impegnandoti sempre al massimo delle tue possibilità. L’inosservanza di queste indicazioni provocherà la tua immediata esclusione dalla convocazione alla partita più vicina, e in caso di ripetute inadempienze, potrebbero essere presi altri provvedimenti nei tuoi confronti.
5. PRIMA DURANTE E DOPO LA PARTITA
A seconda di come ti comporti prima, durante e dopo le fasi di gioco determini il rispetto o un’attenzione negativa da parte dell’arbitro, dell’avversario, dei compagni e anche del pubblico che assiste alle partite.

Sarai un “VERO CAMPIONE” se rispetti queste semplici regole: 

  • Durante L’APPELLO DELL’ARBITRO RIMANI IN SILENZIO AD ASCOLTARE; se poi hai la responsabilità di essere il capitano della squadra, COLLABORA CON IL DIRETTORE DI GARA e i suoi assistenti richiamando i tuoi compagni a tenere un COMPORTAMENTO CORRETTO
  • Dimostra massima LEALTA’ con i compagni e con gli avversari. Dopo lo schieramento a centro campo recati verso la panchina avversaria per il SALUTO DI RITO.
  • ACCETTA CON SERENITA’ LE DECISIONI ARBITRALI, anche quando le ritieni errate. I tuoi errori durante una partita sono di gran lunga superiori a quelli commessi dall’arbitro: quindi niente vittimismo e sceneggiate. 
  • Massimo RISPETTO PER L’AVVERSARIO INFORTUNATO, se un giocatore avversario si fa male, l’azione non deve proseguire come se niente fosse, ferma il gioco per permetterne il soccorso e sincerarti del suo stato di salute. Nel caso che sia l’avversario ad interrompere il gioco per favorire il soccorso di un tuo compagno infortunato, hai l’obbligo di restituirgli il pallone nel punto più vicino a dove è stato interrotto il gioco. 
  • A FINE GARA, indipendentemente dal risultato e mettendo da parte ogni tipo di commento o giudizio sui protagonisti della partita, SEI INVITATO A SALUTARE E RINGRAZIARE L’ARBITRO, GLI AVVERSARI E IL PUBBLICO.
  • Allo stesso modo non devi per nessun motivo esprimere GIUDIZI NEGATIVI SUI TUOI COMPAGNI, sul Tecnico o sui Responsabili della tua Società.
  • Se utilizzi l’AUTOBUS della Società devi tenere un comportamento responsabile durante il percorso, evitando schiamazzi tali da distrarre l’autista alla guida, o recando danni al mezzo stesso. Ciò comporterà la perdita di ogni diritto ad usufruire di questo servizio per un tempo più o meno prolungato stabilito dalla Società.